C’era una volta, in un bagno lontano lontano…

Se fosse una favola inizierebbe così.  E forse lo è.

I più piccini sono i protagonisti assoluti di quest’avventura, ambientata tra le  acque azzurre del mare, i colori allegri dei pesciolini e delle stelle marine, pericolosi pirati da combattere e un misterioso forziere da cercare…

Eppure è un bagno, un semplice bagno. Diventato una favola grazie alla creatività e all’ingegno di Fabrizio Filigheddu, esperto venditore di prodotti edili e arredo bagno, nonché domoscenografo come ama definirsi (anche se “home stager è più figo”, dice). Fa parte come me del gruppo Home Staging Lovers su Facebook, vive a Cannigione, nella nostra meravigliosa Sardegna, e ha selezionato per noi alcune immagini del bagno che ha realizzato in casa sua.

Come sarebbe il bagno se lo immaginassero i vostri figli? Beh, magari così:

 

Volete sapere come ha fatto?

Armato di spatola americana, dopo aver incollato i pesciolini di ceramica, ha rasato la superficie del bagno con della malta cementizia additivata (per rendere il supporto molto più resistente ed impermeabile), dopodiché la sorella Claudia, ceramista e decoratrice, ha realizzato la decorazione finale, dando vita ad un vero e proprio acquario. Per realizzare la seduta ha usato un pannello in polistirene (di quelli che si usano per le saune), lo ha sagomato e successivamente decorato.

Per chi come me non ama le piastrelle, questa è davvero un’idea da cui prendere spunto.

Un esempio pratico di come realizzare un bagno a misura di bambino, un bagno in cui ogni giorno è una caccia al tesoro. Un ambiente dove impara a prendersi cura della sua igiene personale senza mai smettere di giocare. Un’idea semplice, eppure geniale.

E pensate all’invidia degli amichetti 🙂

Che ne dite ciurma? All’arrembaggio! 

Ok, mi sono immedesimata un po’ troppo.