Piatto doccia in acrilico con pedana in legno

Se state per scegliere il piatto doccia e state considerando l’ipotesi di acquistare un piatto doccia in acrilico, siete nel post(o) giusto 😉

Lo so, questo è il tipo di post che dovrei scrivere più spesso, perché aiuta chi mi legge ad arredare il bagno, selezionando tra i tanti prodotti in commercio quelli più adatti alle proprie esigenze.

 

In base a cosa scegliere il piatto doccia?

Partiamo dall’inizio.

Ciò che vincolerà senza dubbio la vostra scelta è lo spazio da dedicare alla zona doccia. Se questo vi consente l’installazione di un piatto doccia standard, avrete ampia scelta di dimensioni e materiali.

Più complicato invece è il caso in cui nessun piatto doccia in commercio sia compatibile con le vostre esigenze (muri fuori squadra, spazi irregolari, ecc…); in questo caso potete considerare solo di 1. acquistare un piatto doccia su misura (ormai si può fare in diversi materiali) 2. realizzare un piatto doccia integrato nelle piastrelle del pavimento.

Piatto doccia in acrilico

Piatto doccia in acrilico | Vista dall’alto (credits: stilebagno.com)

 

Piatti doccia standard: quale materiale scegliere?

In commercio esistono ormai tantissimi tipi di piatto doccia di dimensioni stardard. La soluzione in fondo più economica e semplice da installare anche per l’idraulico di quartiere (senza nulla togliere alla professionalità degli idraulici di quartiere eh) perché si installa a massetto finito e perfettamente livellato, prima delle piastrelle.

Ne esistono in ceramica, in vetro (sì, in vetro!), in marmo o pietra naturale, in materiali compositi e resine, in acrilico. Quest’ultimo, in genere, è quello più economico, dunque spesso viene scelto da chi deve arredare un bagno low cost ma non vuole per questo rinunciare all’estetica.

 

Focus: il piatto doccia in acrilico

Fino a 10-15 anni fa il piatto in acrilico era una soluzione economica ma spesso i modelli non erano bellissimi e avevano un bordo molto alto (ne ho ancora in magazzino con altezze fino ai 18 cm!). Spesso erano vuoti all’interno e la sensazione quando ci salivi era di stare su uno scalino di plastica, oltre al fatto che l’acqua faceva un bruttissimo rumore sordo quando cadeva sul piatto. Insomma, non erano il massimo.

 

La tecnologia oggi permette di produrre bellissimi piatti in acrilico, alti anche solo 3-4 cm, e con un bordo perfettamente dritto che ne consente l’installazione:

  • a filo pavimento, in modo tale che il bordo non sporga rispetto alle piastrelle;
  • sopra pavimento (installazione standard), se magari non c’è spazio sotto il massetto per posizionare il nuovo piatto.

A seconda di cosa avete deciso di fare, esteticamente il risultato sarà quindi il seguente:

scegliere-il-piatto-doccia-arredo-bagno-online (1) scegliere-il-piatto-doccia-arredo-bagno-online (2)

Credits: Stilebagno.com | piatti doccia in acrilico

·

Vantaggi dei piatti doccia in acrilico

Oltre al prezzo (anche se non è sempre valida questa cosa) e all’enorme quantità di dimensioni disponibili sul mercato (Un esempio?), ho provato a pensare ai vantaggi di questo tipo di piatto doccia rispetto ad un modello in ceramica.

 

  • È meno fragile della ceramica;
  • È più leggero (enormi vantaggi per la spedizione e per la posa in opera);
  • È più flessibile (capita che le abitazioni si muovano negli anni e capita che proprio il piatto doccia in ceramica faccia delle piccole crepe antiestetiche che col tempo accumulano sporcizia e rischiano di creare delle piccole perdite d’acqua).
  • Può raggiungere dimensioni maggiori rispetto ai modelli in ceramica (adatte magari a chi deve sostituire la vasca con la doccia);
  • Si può installare a filo pavimento come dicevamo più su  (il bordo in ceramica non è perfettamente dritto invece);
  • È antiscivolo, resistente agli urti e ai prodotti chimici, non ingiallisce col tempo e spesso è in acrilico ecologico e riciclabile. Queste ultime caratteristiche non sono valide per tutti i modelli (informatevi bene prima di acquistare) perché ovviamente non tutti i piatti doccia in acrilico offrono le stesse prestazioni.

 

Che ne dite? Qualcuno di voi ha già acquistato un piatto doccia in acrilico oppure sta per farlo? Ho dimenticato qualcosa?