mostra sui bagni pubblici

Questa volta vi ho fregati.

Pensavate fossi diventata scurrile o che fossi improvvisamente impazzita? Oddio, mezza pazza lo sono già, comunque…

Il titolo del post, volutamente provocatorio, in realtà è solo uno scherzetto per presentarvi la prima mostra dedicata ai bagni pubblici. L’evento, dal nome leggermente allusivo e per niente esplicito – CACATE – verrà inaugurato il 31 agosto presso i bagni pubblici del Castello Episcopio di Grottaglie.

Mostra: “Cacate”

Dove: Grottaglie (TA) – nei bagni pubblici del Castello Episcopio di Grottaglie

Quando: 31 agosto – 8 settembre 2013

Artisti: il ceramista Giorgio Di Palma e il fotografo Dario Miale

 

La prima mostra sui (e nei) bagni pubblici

 

In questa singolare sede verranno esposti manufatti in ceramica e scatti fotografici (in tutto una ventina di opere) realizzati dai due promotori e organizzatori della mostra: Giorgio di Palma e Dario Miale. I due giovani artisti, nati e cresciuti a Grottaglie, hanno deciso di rivalutare il bagno pubblico e renderlo protagonista e allo stesso tempo sede di un evento artistico.

Una galleria d’arte del tutto singolare, e soltanto per una settimana: il tempo di mostrare come un bagno pubblico sia in realtà luogo privato, luogo di liberazione dai bisogni fisiologici, luogo di private libertà, o segrete vanità.

 

Le opere esposte

 

Zoccoli di ceramica - opera di Giorgio di Palma

Giorgio di Palma, il ceramista, ha realizzato oggetti comunemente usati in un bagno pubblico usando la sua ceramica, mentre Dario Miale (passando giorni nei bagni pubblici della città) ha immortalato gli utilizzatori della toilette pubblica nei loro momenti di intimità, rendendo pubblici gesti e momenti privati. E privato un luogo pubblico.

Dario Miale - bagni pubblici

 

 

E c’è ancora chi mi chiede cosa c’è di speciale in un bagno.

Tsé.

 

Si accettano candidature per inviati speciali!

Visiterete la mostra? Bene, mi farebbe piacere se mi mandaste qualche scatto o semplicemente una vostra impressione/recensione (potete anche utilizzare i commenti qui sotto).

 

Fonte testo e immagini: DesignMe