Bagni anni 70

Cos’è cambiato in bagno negli ultimi 40-50 anni? 

Un po’ tutto direi.
Qualche giorno fa mi sono divertita a pensare a quanto la stanza da bagno si fosse evoluta negli ultimi decenni. Avevo sott’occhio le immagini del bagno di mia nonna (ristrutturato lo scorso anno) e alla fine è venuto fuori un post. Ho bisogno del vostro aiuto però, perché magari mi sfugge qualcosa.

Quali sono le differenze tra un bagno anni ’70 (più o meno) e un bagno contemporaneo? Intendo, al di là del fatto che oggi la stanza da bagno è concepita in modo completamente diverso, non più bagno di servizio ma stanza del sé e del relax. Parlo proprio di estetica, di design (non dimentichiamoci che in quanto a design gli anni ’70 ci insegnano eh!).

 

 

1. I rivestimenti

Mi riferisco in particolare alla posa in opera, non al design o alle fantasie, quelle sì sa, sono mode e a volte ritornano (pensiamo alle cementine o alle piastrelle con forme geometriche o motivi floreali). Una volta era scontato che si posassero le piastrelle fino al soffitto vero? Oggi invece si tende a limitare il più possibile l’altezza e dove possibile si evita di rivestire anche intere pareti!

Invece in quegli anni: “e mettiamole du’ piastrelle va!

Nella casa che avevano i miei nonni al mare c’era un bagno (enorme) con piastrelle blu scuro sui 4 muri e a tutt’altezza. Praticamente ti sembrava di stare sott’acqua!

bagno-anni-70

Credits: DesignMag.it

2. I sanitari.

Beh, quelli erano più grandi e ingombranti (spesso più comodi eh, ammettiamolo) e sicuramente con scarico a terra, con tubi a vista. Tempo fa scrissi un post sull’evoluzione del bidet 😀

• Il lavabo a colonna

Il re indiscusso. Magari con sopra quel tremendo mobiletto con specchiera e due contenitori con anta (e immancabile pomellino tondo). Ci sono persone che ristrutturano il bagno oggi e chiedono ancora una specchiera con i pensili laterali classici. Niente, non lo concepisco proprio.

• Wc e bidet

A terra con scarico distante dal muro (anzi a volte erano ad una diversa distanza dal muro, bruttissimi da vedere), spesso in ceramica colorata – e chi se li scorda i cari vecchi sanitari color champagne!

sanitari-colorati-pozzi-ginori-campi

Sanitari vintage disegnati da Antonia Campi per Richard Ginori – Collezione Gardena

3. Le dimensioni!

Già, i bagni erano più grandi!!

Oppure andava di moda* il bagno stretto e lungo con tutti gli elementi in fila su una parete (la gioia degli architetti di oggi quando devono ristrutturarli!!). Da qui “l’invenzione” della doccia posizionata sul lato corto (magari davanti alla finestra) che oggi fa pure figo. 😀 Tra l’altro di questo parleremo!

*Peraltro “andava di moda” per modo di dire. Piuttosto, il bagno era un ambiente di servizio di secondaria importanza quindi veniva infilato tra una stanza e l’altra senza particolare attenzione.

4. Gli accessori

I portasapone in ceramica incassati nelle piastrelle! Chi non li ha avuti? Certo se fossero tenuti bene come nella foto qui sotto sarebbero anche guardabili ma in genere dà sempre un po’ l’impressione di sporcizia (leggi: sapone impiastricciato che non si staccava mai).

Dovevano semplicemente assolvere alla loro funzione pratica. Oggi invece l’accessorio in arredamento è come l’accessorio per l’abbigliamento. Completa lo stile, arricchisce l’ambiente, è coerente con il design di tutto il resto. La ciliegina sulla torta insomma!

bagno-anni-70-

Un bagno anni 70 molto ben tenuto! Credits: Hotel Al Plan

5. Vasca vs Doccia

Effettivamente la vasca, soprattutto nel bagno padronale (se erano presenti 2 bagni in casa, cosa per nulla scontata) era di gran lunga preferita alla doccia. Non ricordo in quegli anni – no ma fermi, io sono nata dopo eh, intendo che non ricordo nelle case degli altri!! – cabine doccia, forse si sono diffuse un po’ più tardi, dagli anni ’80 e ’90 in poi. Tant’è vero che oggi chi ristruttura un bagno di 40 o 50 anni fa lo fa perché si è stancato della vasca piastrellata che occupa tanto spazio e magari non viene più usata.

bagno-anni-70-vintage

Fonte foto: sconosciuta | Pianta classica di un bagno anni 70-80

6. Rubinetteria

Ah, perché qualcuno sceglieva la rubinetteria negli anni ’70? 😀 Contava pochissimo, vero? A guardarli oggi sembravano tutti uguali i rubinetti!  Oggi la scelta del miscelatore manda in crisi tanti sono gli stili, i modelli, le finiture, i tipi di bocca di erogazione…

Che dite? Cosa mi sto dimenticando che era tipico nei bagni di 40-50 anni fa?

*Il bagno anni 70 in copertina è di Alex, blogger di Scanditalian (blog dedicato al design scandinavo), collega Home Style Blogger e già guest blogger di Bagnidalmondo! Con questa foto ha partecipato a #ShareYourBathroom