blogger-web-writer

Ieri mattina, mentre davo come sempre un occhio ai miei blog preferiti, sono stata attirata dal titolo di questo post… forse perché è una domanda che mi pongo spesso: Sei un vero blogger? Il post è di Annarita Faggioni (Il piacere di scrivere), leggetelo prima di continuare (anche perché è un bellissimo blog).

L’articolo mi ha dato lo spunto per fare alcune riflessioni. Volevo rispondere nei commenti, ma più scrivevo più mi rendevo conto che la cosa era troppo lunga. Alla fine ne è nato un post, che in parte risponde a quello di partenza, in parte solleva altri (miei) dubbi.

Me lo chiedo spesso: chi decide se sei un blogger? O meglio, cosa decide se sei un blogger?

  • Le ore che dedichi al tuo blog? La passione che ci metti? 

Tutto il tempo che passi a selezionare fonti e immagini, ad abbozzare post, scrivendo e riscrivendo, le ore che passi a rileggere e correggere ciò che hai scritto. Le sere passate a studiare sui libri o in rete. Seo, Scrittura creativa, blogging, web writing. Arrivare a mezzanotte che ancora non hai finito perché vorresti saperne di più.

Il modo in cui ci credi, la dedizione costante e l’amore per il blog. Sono sufficienti a stabilire che sei un blogger?

  • Le tue competenze e conoscenze? 

Ma a questo punto bisognerebbe piuttosto distinguere tra chi lo fa per professione e chi per diletto. Al primo sarà sicuramente richiesta la conoscenza di piattaforme CMS, dei plugin per la condivisione più adatta dei contenuti sui social, al secondo …non è detto. Eppure non può chiamarsi anche lui blogger? Potranno esserci blogger più bravi e blogger meno bravi. Ma questi ultimi restano sempre blogger… o forse no?

  • O forse il fatto che qualcuno ti paghi per scrivere?

Beh, anche, perché questo implica che lo fai per professione. E allora tutti coloro che scrivono semplicemente per passione nei confronti di un determinato argomento? Magari sono seguiti da centinaia (se non migliaia) di lettori pur senza essere pagati da nessuno. Non sono quindi blogger?

  • Incide anche la popolarità in rete? Quindi devo pensare che se non ti conosce nessuno…non sei nessuno?

Sono gli altri che stabiliscono chi siamo? O siamo noi a dare una definizione a ciò che facciamo tutto il giorno, con passione e dedizione?

Insomma chi decide chi sei… Se non tu? Sei ciò che ti senti di essere (un blogger, in questo caso) o ciò che gli altri stabiliscono in base a delle definizioni?

Come vedete i dubbi sono tanti, ma partono tutti da una domanda principale: ha senso distinguere tra blogger e non blogger o sarebbe meglio parlare di blogger “amatori“, bravi blogger e blogger professionisti (in modo da chiarire quali siano le competenze richieste o meno per ciascuna categoria)?

Chi mi aiuta a fare chiarezza?