Immagine di copertina: credits Stilebagno.com

Il box doccia, almeno in Italia, è la soluzione preferita per chiudere e separare la zona doccia. E una delle prime domande da porsi nel momento in cui si sceglie la tipologia da acquistare è: porta scorrevole o porta battente?

Ecco, oggi cercherò di descrivere pro e contro di ciascun modello così da aiutarvi a scegliere la soluzione più adatta al vostro bagno!

 

Il box doccia con ante scorrevoli

New York | Private House (2009) by Ora Studio Inc - photo by Richard Cadan -  via architizer

New York | Private House (2009) by Ora Studio Inc – photo by Richard Cadan – via architizer

 

Sicuramente la scelta più adatta ai bagni di piccole dimensioni, anche se non è detto sia la migliore.

I vantaggi?

  • le porte non ingombrano esternamente in apertura;
  • le porte non gocciolano verso l’esterno (cosa su cui alcune persone insistono molto, anche se non la capisco);
  • sono in genere più ermetici, in particolare se hanno un telaio inferiore: questo elemento può essere importante in particolare se la doccia viene installata a filo pavimento (ossia senza piatto doccia).

E gli svantaggi?

  • In genere sono più difficili da pulire, in particolare se la sovrapposizione tra ante fisse e scorrevoli è notevole oppure se le rotelle di scorrimento sono posizionate sul binario inferiore;
  • Spesso hanno un telaio esteticamente poco gradevole;
  • riducono lo spazio di apertura (su una nicchia ampia da 120, per esempio, lo spazio di apertura si riduce a meno della metà considerando ingombro dei profili, vetro fisso e sovrapposizione dei vetri).

Box doccia con Porta scorrevole

Brazil | Design by architect Cris Negreira, Estúdio On | photo by Salvador Cordaro  via casa.abril.com.br

Carina questa soluzione, la mensolina per i prodotti da bagno è praticissima ma… ci sono 2 ma! 1. Quel forellino nel vetro (al posto della maniglia) deve essere un tantino scomodo no? 2. Una bella zona doccia così con un soffione striminzito che senso ha? Come minimo ci andrebbe un bel soffione doccia di design no?

 

Il box doccia con ante battenti

box doccia con ante battenti

Canada | Design by Evoke International Design – Website

 

 

L’alternativa alle soluzioni menzionate qui sopra è chiudere la zona doccia con una porta battente, cosa che onestamente preferisco.

I vantaggi?

  • La porta è più semplice da pulire (a meno che non sia stata progettata coi piedi ovviamente), e si può farlo dall’esterno, semplicemente aprendola (eh sì, nel box doccia scorrevole bisogna essere all’interno per pulire i vetri);
  • Se non c’è telaio inferiore, non si incastrano capelli e sudiciume vario (ma c’è il rovescio della medaglia, che vi rivelo qui sotto);
  • Di solito sono più belle, diciamolo.

E gli svantaggi?

  • L’ingombro esterno, ovviamente! Se avete mobili / sanitari / lavatrice & co… non è possibile installarla, a meno che non optiate per porte che si richiudano anche verso l’interno (a mo’ di saloon, per capirci). In quel caso però attenzione: non tutti i modelli sono a norma; per questioni di sicurezza la porta deve sempre potersi aprire verso l’esterno.
  • Se non hanno telaio inferiore – ecco il rovescio della medaglia -, c’è il rischio che esca l’acqua (per colpa dello scarico bloccato ad esempio).
  • la porta gocciola verso l’esterno… parliamone! Su questo obiezione che mi viene spesso fatta, cerco sempre di spiegare che 1. quando usciamo tutti bagnati dalla doccia goccioliamo più noi della porta 2. c’è il tappetino scendidoccia apposta (ve ne ho appena parlato tra l’altro) 😉

 

Tra i due litiganti… il terzo gode!

vetro fisso per la doccia walk in

Walk in shower: 1 via | 2 via | 3 via

 

E se, come me, ve ne fregate altamente della gocciolina che può uscire – ché tanto esiste il tappetino – e preferite di gran lunga optare per una soluzione senza rotelle / binari / ante che si aprono e chiudono / guarnizioni che si rovinano col tempo / cerniere e maniglie… allora la risposta ai vostri dubbi esistenziali è… il vetro fisso. O – come viene chiamata per fare più figo… la doccia walk-in.

Nel post di mercoledì scorso ne abbiamo viste di bellissime: parliamo delle zone doccia aperte e riparate con un semplice cristallo spessore 8 mm, preferibilmente trasparente.

Oltre ai plus di cui vi parlavo qui sopra c’è da considerare anche un altro elemento: in genere costano molto meno delle alternative con sistema scorrevole o a battente. Un esempio? Guardate su Stilebagno quanti modelli!

 

And the winner is… ?

Sono riuscita a farvi un po’ di chiarezza? Ho dimenticato qualcosa? Spero di no ma nel caso… vi aspetto qui sotto nei commenti!

 

scegliere il box doccia - scorrevole battente o walk in

Box doccia: porta scorrevole, porta battente o walk-in? Le proposte online di Stilebagno.com