Spanish Toilet Tour

Qualche giorno fa si è concluso Spagna On The Road, il blogtour di Borghiamo che ha portato Federica e Giuseppe alla scoperta della Spagna più vera, al di là di stereotipi e rotte inflazionate.

Insieme agli altri #BloggerinSpagna ho vissuto virtualmente le loro avventure per tutti i 20 giorni, aiutandoli a condividere la loro esperienza.

Il mio interesse era chiaramente rivolto ai bagni spagnoli. Ero curiosa di capire se ci sono grosse differenze tra i bagni spagnoli e quelli italiani, se c’è una diversa cultura del bagno pubblico e se i ragazzi potevano riportarmi qualche aneddoto o scatto curioso.

 

The Spanish Toilet Tour

Ho raccolto l’intero album su Pinterest, ma ve lo ripropongo anche qui:

 

  • Innanzitutto bentornati a casa. La prima cosa che vi viene in mente ripensando al tour appena concluso?
Grazie 🙂 La prima cosa che abbiamo pensato appena scesi dall’aereo e presa la macchina è stata: “come ci manca la Spagna!!!!”
  • Siete soddisfatti di com’è andata o vi aspettavate qualcosa di diverso? Siete contenti di come vi abbiamo seguiti e supportati durante il tour??
Siamo molto soddisfatti. Ovviamente quando provi realmente qualcosa capisci anche come aggiustare il tiro dovesse accadere una seconda volta. Ad esempio la prossima volta prediligeremo meno tappe per conoscerle meglio. Anche se, un on the road è anche questo, visitare tutto velocemente e fermarsi solo dove si vuole davvero 😀 Ci avete supportato più che bene direi 😉
  • Veniamo a noi: mi avete mandato una serie di fotografie scattate nei bagni spagnoli. Quali sono le condizioni medie dei bagni pubblici spagnoli? Ci sono situazioni degne di nota oppure non c’è differenza con ciò a cui siamo abituati in Italia?
In Spagna a quanto abbiamo capito i bagni non sono obbligatori nei locali pubblici. Ad esempio non è sicuro che in un bar ci sia un bagno, come in un  locale un pochino più grande. Quando li trovavamo però i bagni erano molto puliti, magari non una reggia ma puliti e accessoriati, sapone e carta igienica c’erano sempre!
  • Voglio saperne un po’ di più dei bagni arabi… visto che vi ho invidiati (e non poco)!!
I bagni arabi sono un piccolo sogno. Molto puliti e minimal, senza troppi fronzoli, i bagni arabi ci hanno conquistati per i colori e per i profumi. Nei bagni arabi abbiamo trovato vasche enormi di acqua calda e fredda, vasche con idromassaggio e una piscina di sale *-* inoltre abbiamo avuto l’opportunità anche di fare un massaggio!!! Siamo rimasti dentro più di due ore e a noi sembravano 40 minuti! Una curiosità dei bagni arabi è che qui vengono dati una specie di calzetti di spugna che in realtà sono assolutamente igienizzati e si possono portare fin dentro le piscine, anzi si devono proprio portare fin dentro le piscine! 
bagni arabi siviglia
I bagni arabi di Siviglia, costruiti nel quartiere di Santa Cruz sui resti di un antico hammam
[foto: Only-apartments.it]
  • Il bagno più strano che avete trovato??

Jerez de la Frontera …quello pubblico di Jerez de la Frontera! 

 

 

Ringrazio Federica e Giuseppe per avermi fornito qualche spunto per proseguire il viaggio virtuale di Bagnidalmondo.

Ho osservato questi due ragazzi muoversi sui social, condividere ogni cosa, postare ogni giorno sul blog e mi sono chiesta… “ma come diavolo fanno?!” Federica scriveva post quasi ogni sera, nonostante fossero tutto il giorno in giro (hanno percorso la bellezza di 2600 km!).

Sono stati bravissimi davvero. E alla fine si sono pure fatti un’infografica su Spagna On The Road… troppo avanti 🙂

tour Spagna del sud

Un blogtour da manuale direi, no?