azulejos piastrelle portoghesi

[Featured image credits: etsy.com]

 

 

Il post di oggi è un post leggero, poco impegnativo. Molti di voi sono in vacanza e non hanno voglia né tempo di leggere papiri. Io non sono in vacanza, e probabilmente quest’anno non ci andrò neanche, ma sono in modalità relax da un po’ e non mi va di scrivervi cose pesanti.

Ne approfitto per condividere con voi una cosa che ultimamente mi sta facendo impazzire: le piastrelle in stile portoghese o azulejos! Tempo fa vi dissi che non amavo i rivestimenti in piastrelle  ma più guardo queste foto più cambio idea.

Me ne resi conto al Cersaie l’anno scorso quando scattai questa foto: mi innamorai di queste piastrelle spagnole. E anche dei colori di questa ambientazione.

 

Azulejos

Da quel momento ho iniziato a collezionare immagini di piastrelle in stile portoghese e ad approfondire l’argomento. È stato affascinante scoprirne la storia (di cui vi accenno brevemente in fondo al post) e vedere quanto la storia e la cultura si fondano con quello che oggi è “semplicemente” un elemento d’arredo.

 

 

Un bagno in stile portoghese

Spero che la mia selezione vi piaccia tanto quanto piace a me 😉

 

brazilian style bathroom Questa immagine è tratta da un mio post su bellissime sale da bagno brasiliane (perché questo tipo di tradizione è arrivata poi anche oltreoceano)

azulejos  (1)

Azulejos |  Tales Pavilion by Luca Nichetto via amazingsnapz.com

azulejos  (3)

Umbria | Abitazione ricavata da una fabbrica vecchia di 200 anni. L’affascinate ristrutturazione è stata seguita dalla designer Paola Navone  [Altre foto su Dwell.com]

azulejos  (4)

 Splendido accostamento di azulejos proposto da deardesigner.co.uk (in particolare quello azzurro vero?)

  azulejos  (6)

Questo è il bagno di un cafè di Londra che mi piace da morire – sia il bagno sia il cafè! [via Vintage&Life]

 azulejos

Simpatica anche l’idea di rivestire un piano con le piastrelle [Via Pinterest]

 azulejos su Etsy

Piastrelle acquistabili su Etsy.com

 azulejos

Chiudo con questa sfumatura interessante [Via housetohome.co.uk] anche se io preferisco che si rivesta o una parete o il pavimento, non tutto insieme. Questo sia per non appesantire troppo l’ambiente sia per valorizzare la porzione di parete o pavimento in questione.

Azulejos: breve storia ed evoluzione

 

Da Wikipedia: [quote]L’azulejo (pronuncia portoghese [ɐzuˈleʒu]; spagnola [aθuˈlexo], dall’arabo الزليج az-zulaiŷ ‘pietra lucidata’) è un tipico ornamento dell’architettura portoghese e spagnola degno di considerazione per la sua bellezza consistente in una piastrella di ceramica non molto spessa e con una superficie smaltata e decorata.Tradizionalmente ha forma quadrata e misura circa 12 o 14 cm di lato, anche se in molte decorazioni ha forme differenti.[/quote]

L’arte della decorazione sulla ceramica, proveniente addirittura dall’Egitto, si sviluppa in Europa – in particolar modo nella penisola Iberica-  nel momento in cui vengono in contatto la civiltà cristiana con quella islamico-moresca. Il termine stesso si ricollega infatti al lapis-lazuli, la pietra blu originaria dell’area mesopotamica. L’abbinamento bianco e blu resterà poi una caratteristica riconoscibile di queste piastrelle dipinte a mano e se siete stati a Lisbona sapete di cosa sto parlando: si tratta delle tipiche piastrelle bianche e blu che colorano la città, alcune stazioni della metro e il Museu Nacional de Azulejo (che deve essere spettacolare!).

Nel corso dei decenni l’arte della decorazione degli azulejos ha avuto due sviluppi differenti: da una parte l’utilizzo della ceramica come supporto per veri e propri affreschi con rappresentazione di soggetti variegati (immagine qui sotto); dall’altra l’accostamento apparentemente casuale di forme geometriche multi-color a creare dei patchwork ricchi di colore e suggestione (quelli che vedete nelle immagini del post e di cui mi sono innamorata).

P198

Andromeda | Azulejo – Lisbona, Palacio dos Condes de Obidos